Loading...
Cause nell’apparato respiratorio 2017-12-27T09:16:08+00:00

Cause nell’apparato respiratorio.

Esistono alcune patologie dell’apparato respiratorio superiore (sopra al livello della laringe) che si presentano frequentemente come infezioni croniche e che possono risultare in alitosi. Le più comuni sono la rinosinusite e la tonsillite cronica.

Respirare dalla bocca. 

Le malformazioni e le malattie del complesso ostio-meatale possono ostruire l’ostio dei seni paranasali, risultando in stasi e infezione di dette cavità. I principali malesseri di questi pazienti sono rinorrea posteriore, tosse, presenza di muco nella gola, lingua saburrale e alitosi. Una delle conseguenze della rinorrea posteriore è l’accumulazione continua di muco purulento nella regione più posteriore della lingua, dove si concentra un secondo fuoco dell’infezione cronica che provoca alterazioni della flora batterica, che scatenano l’alitosi. Esistono vari batteri, come quelli della famiglia dei Fusobatteri e Batteroidi, relazionati con la sinusite cronica, che possono produrre COV e CSV di cattivo odore.

La respirazione orale influenza la quantità e composizione batterica della saliva. Chi respira oralmente ha una maggiore predisposizione a soffrire di alitosi. Un’altra condizione, il setto nasale deviato, può in alcuni casi impermeabilizzare l’ostio del seno con conseguente infezione. In uno studio su 24 pazienti con malesseri ostruttivi del complesso ostio-meatale è stato dimostrato che, dopo una chirurgia correttiva, l’80% dei pazienti ha notato un miglioramento della sua alitosi. Un altro studio ha constatato che l’alitosi è uno dei principali sintomi in un campione di 100 pazienti pediatrici con rinosinusite cronica. Anche le adenoidi possono causare alitosi.

Cause nell'apparato respiratorio - Istituto dell'alito

Le tonsille e l’alitosi.

Le tonsille sono anch’esse una causa frequente di alitosi. Possiedono invaginazioni tubulari ritorte che vanno dalla superficie fino all’interno del parenchima, meglio conosciute come cripte. Frammenti di epitelio esfoliato, resti di cheratina e corpi estranei (come resti di alimenti) possono depositarsi nelle cripte, formando i casei (calcoli friabili putrefatti). I calcoli delle tonsille sono una delle più frequenti cause di alitosi, con modelli di rilascio periodici o continui. Nonostante sia una malattia praticamente asintomatica, alcuni pazienti se ne rendono conto osservando l’eliminazione dei casei attraverso la lingua. Possono esserci situazioni nelle quali non c’è formazione di casei, ma spremendo le tonsille si espelle un odore forte e nauseabondo, a volte addirittura in tonsille dall’aspetto sano (né iperemiche né ipertrofiche).

La flora presente nelle tonsille, anche in pazienti senza precedenti episodi di tonsillite, contiene batteri in grado di produrre cattivo odore. Uno studio epidemiologico ha dimostrato che in 49 pazienti con tonsillite criptica cronica, quelli che presentavano casei al momento della misurazione dei CSV hanno ottenuto risultati cinque volte più elevati di quelli che non li presentavano.

Altre cause dell’alitosi.

Altre condizioni e patologie dell’apparato respiratorio superiore relazionate con l’alitosi sono la presenza di un corpo estraneo, l’ozena o rinite atrofica, l’occorrenza di ascessi nasofaringei e/o retrofaringei e il carcinoma della laringe.

Le cause di alitosi provenienti dall’apparato respiratorio inferiore, ovvero con origine primaria sotto al livello della laringe, sono più rare e includono le bronchiti, bronchiectasie, polmoniti, ascessi polmonari e carcinomi del polmone.

Precedente
Seguente

Il Concetto

Accedi e scopri la terminologia scientifica riguardante l’alito cattivo. L’alitosi, senza complessi.

1. Cos’é l’alitosi?
2. Conseguenze psicologiche e sociali
3. L’alito cattivo nel tempo

Cause

Scopriamo le oltre 80 cause che possono provocare alitosi, basandoci sugli studi e le ricerche internazionali più recenti.

1. I composti del cattivo odore
2. Cause dell’alitosi o alito cattivo
2.1 Cause nella bocca
2.2 Cause nell’apparato respiratorio
2.3 Cause nel tubo digerente
2.4 Cause sistemiche, nutrizione e abitudini
2.5 Cause neuropsicologiche

Diagnosi

Identifichiamo i metodi clinici più efficaci per stabilire una diagnosi precisa riguardo l’origine della causa dell’alitosi o alito cattivo, per poi procedere al trattamento più adeguato.

1. Metodi di diagnosi
1.1 Autopercezione
1.2 Prove organolettiche olfattive
1.3 Misurazione dei gas dell’alito
1.4 Analisi di laboratorio
2. Analisi psicologiche
3. Segni e fattori associati