Loading...
//Cos’è l’alitosi
Cos’è l’alitosi 2018-03-06T12:06:08+00:00

Cos’è l’alitosi?

Alitosi (conosciuta anche come “alito cattivo”) è un termine medico usato per descrivere qualsiasi odore sgradevole nell’aria esalata dalla bocca o dal naso. Il termine deriva dal latino “halitus” (aria espirata) e dal greco “osis” (alterazione patologica).

Nella società attuale, l’immagine e le relazioni interpersonali hanno sempre più importanza. Quando uno stimolo olfattivo ci risulta sgradevole, viene percepito come qualcosa di antiestetico, perfino molesto. Negli Stati Uniti, l’alitosi è il terzo motivo più comune per una visita dentistica, dopo le carie e la malattia periodontale.

Sebbene molte persone associno l’alito cattivo con la manifestazione di un problema fisico, la maggior parte di coloro che ne soffrono è molto più preoccupato dalle conseguenze sociali dell’avere l’alito cattivo rispetto alla parte fisica. Di fatto, la consapevolezza delle persone che soffrono di alitosi spesso causa effetti psicologici importanti, e può generare un impatto che va da moderato fino ad uno sconvolgimento completo della vita del paziente.

Terminologia

L’alitosi viene solitamente classificata in due gruppi, quella percepita e quella non percepita. Occorre segnalare che la maggior parte degli adulti soffre di alitosi genuina al risveglio, benché sia inglobata nella categoria dell’alitosi transitoria. L’alitosi transitoria è un problema temporaneo attribuito alla riduzione del flusso salivale durante il sonno e il digiuno prolungato. Questo tipo di alitosi si presenta anche con l’ingestione di alcuni alimenti, come la cipolla e l’aglio.

Alitosi Genuina

È l’alitosi chiaramente identificabile, vale a dire, un cattivo odore ovvio e superiore a quanto socialmente accettabile. Può essere identificata con prove organolettiche (tramite il naso) così come con esami fisico-chimici.

Alitosis Persistente

È’ l’alitosi patologica o cronica con conseguenze evidenti nella vita “normale” dei pazienti. Non si risolve con i metodi di igiene abituali e richiede un piano di trattamento specifico, in base alla diagnosi. L’origine primaria di questa alitosi può essere orale (bocca o dorso posteriore della lingua) o extra-orale (apparato respiratorio, tubo digerente, alterazioni sistemiche, etc.).

Alitosi Immaginaria

Anche descritta come pseudoalitosi, si tratta di una condizione in cui non esiste alitosi. Tuttavia, il paziente si lamenta insistentemente della sua alitosi o alito cattivo in base alla sua autopercezione. Questa condizione può arrivare a convertirsi in una ossessione (alitofobia), nel caso in cui il paziente continui a credere di soffrire di alitosi dopo aver ricevuto un trattamento medico che l’abbia eliminata (eliminare l’alitosi genuina) o dopo che una terza persona gli abbia confermato che non soffre di alitosi (pseudoalitosi).

Alitosi Transitoria

Conosciuta anche come alitosi fisiologica, sporadica o del mattino. È un tipo di alitosi che ha normalmente origine nel dorso della lingua e che non richiede trattamento medico. In questo senso, viene considerato un problema cosmetico più che medico.

Tipo di Alitosi - Istituto dell'Alito

Dati epidemiologici.

L’alitosi ha una prevalenza elevata nella popolazione e colpisce senza differenza di sesso, età, gruppo etnico e condizione socioeconomica. Per valutare la presenza di alitosi, si utilizzano vari metodi.

Gli studi epidemiologici che offrono maggior chiarezza, ovvero, una stima più affidabile della prevalenza di alitosi in una determinata comunità, sono quelli che ricorrono a più di un metodo.

Uno studio realizzato dall’Istituto dell’Alito in Italia, Spagna e Portogallo ha utilizzato i quattro metodi sopra descritti, e ha potuto dimostrare che la prevalenza di alitosi permanente in questi tre Paesi è identica a quella della popolazione mondiale, intorno al 30%. Anche in Spagna e Portogallo, l’alitosi colpisce in forma uguale uomini e donne, di qualsiasi età o livello socioeconomico.

Seguente

Il Concetto

Accedi e scopri la terminologia scientifica riguardante l’alito cattivo. L’alitosi, senza complessi.

1. Cos’é l’alitosi?
2. Conseguenze psicologiche e sociali
3. L’alito cattivo nel tempo

Cause

Scopriamo le oltre 80 cause che possono provocare alitosi, basandoci sugli studi e le ricerche internazionali più recenti.

1. I composti del cattivo odore
2. Cause dell’alitosi o alito cattivo
2.1 Cause nella bocca
2.2 Cause nell’apparato respiratorio
2.3 Cause nel tubo digerente
2.4 Cause sistemiche, nutrizione e abitudini
2.5 Cause neuropsicologiche

Diagnosi

Identifichiamo i metodi clinici più efficaci per stabilire una diagnosi precisa riguardo l’origine della causa dell’alitosi o alito cattivo, per poi procedere al trattamento più adeguato.

1. Metodi di diagnosi
1.1 Autopercezione
1.2 Prove organolettiche olfattive
1.3 Misurazione dei gas dell’alito
1.4 Analisi di laboratorio
2. Analisi psicologiche
3. Segni e fattori associati