Loading...
//Lo stomaco può essere la causa dell’alitosi o alito cattivo?
Lo stomaco può essere la causa dell’alitosi o alito cattivo? 2017-12-31T12:07:39+00:00

dottore-jonas-nunes-alito

Le 13 domande più frequenti sull’alito cattivo.

Il Dottore Jonas Nunes, esperto riconosciuto di alitosi e direttore dell’Istituto dell’Alito, risponde alle domande più comuni sul tema dell’alito.

05. Lo stomaco può essere la causa dell’alitosi o alito cattivo?

Esiste una credenza generalizzata secondo cui l’alitosi con origine nello stomaco è una delle più comuni. Questo non è vero (non è una delle cause più frequenti). Gli ultimi rapporti provenienti da diversi centri clinici europei mostrano che la percentuale di pazienti con questo tipo di alitosi di solito non supera il 3% del totale di coloro che richiedono una cura.

Nonostante ciò, l’alitosi con origine nello stomaco non è soltanto il prodotto di una fantasia (come alcune marche di collutori cercano di far credere, sbagliando gravemente, per vendere i loro prodotti). Le alitosi originate nello stomaco esistono e di solito vengono rilevate durante la visita. In ogni caso, la proporzione dei casi non è così elevata come indica la credenza popolare o come si potrebbe pensare se si considera che circa il 30% della popolazione manifesta qualche tipo di patologia gastrica. Tuttavia, è stato dimostrato che alcuni ceppi del batterio dello stomaco Helicobacter pylori possono produrre composti solforati volatili. E, inoltre, è stato dimostrato che esistono diverse patologie di ambito gastrico e digestivo che predispongono al manifestarsi dell’alitosi.

“È stato dimostrato che alcuni ceppi del batterio dello stomaco Helicobacter pylori possono produrre composti solforati volatili”.

Alcuni casi osservati all’Istituto dell’Alito (che sono stati comparati a studi scientifici pubblicati da altri centri) sono gastriti, ulcere, ernie iatali, riflussi gastoesofagei, diverticoli di Zenker, malattie infiammatorie intestinali, presenza di corpi estranei nella faringe e neoplasie del tubo digerente. Visto che è una domanda ricorrente dei nostri pazienti, ne approfitto per dire che l’endoscopia digestiva non è un esame standard per la diagnosi dell’alitosi (è molto poco specifica se comparata alla gascromatografia).

La gascromatografia è l’esame per eccellenza e anche se una persona che soffre di alitosi ha qualche tipo di patologia digestiva, spesso l’origine dell’alitosi viene rilevata altrove (per esempio, a volte, nell’ambito dell’otorinolaringoiatria). Tuttavia, quando c’è una sintomatologia digestiva associata, l’endoscopia digestiva può essere utile nella diagnosi di alcune patologie precedentemente citate.

Domanda precedente
 
Domanda successiva

Conosci il tuo alito.

Sapevi che potresti soffrire di alito cattivo senza saperlo? Molte persone soffrono abitualmente di alitosi o alito cattivo, indipendentemente da genere, età e clase sociale. Inoltre, l’alitosi può provocare effetti sull’autostima, arrivando a convertirsi in un fattore di discriminazione ed esclusione sociale.

Per chiarire ogni dubio, ti invitiamo a realizzare il nostro questionario online, e scopri inmediatamente il risultato.