Loading...
//Quali gomme da masticare o collutori devo usare per eliminare l’alitosi o alito cattivo?
Quali gomme da masticare o collutori devo usare per eliminare l’alitosi o alito cattivo? 2017-12-31T15:10:31+00:00

dottore-jonas-nunes-alito

Le 13 domande più frequenti sull’alito cattivo.

Il Dottore Jonas Nunes, esperto riconosciuto di alitosi e direttore dell’Istituto dell’Alito, risponde alle domande più comuni sul tema dell’alito.

11. Quali gomme da masticare o collutori devo usare per eliminare l’alitosi o alito cattivo?

La grande maggioranza delle gomme da masticare provocano (almeno) due effetti: aumentano la salivazione (come conseguenza naturale della masticazione) e possono nascondere l’alito cattivo esistente (perché rilasciano un odore più intenso: menta, cannella, ecc.).

I pazienti sanno che il loro effetto di maschera dura molto poco e quindi sarebbe improprio assicurare che questi effetti “eliminino l’alito cattivo”. Qualche effetto benefico deriva dall’aumento della secrezione salivare in pazienti con la bocca secca (però pochi minuti dopo aver smesso di masticare, i problemi ritornano: l’alito cattivo e/o la bocca secca ecc.). Di conseguenza, le gomme non sono una terapia consigliabile per curare l’alito cattivo o i problemi di bocca secca.

L’uso continuato di gomme può provocare problemi a livello dell’articolazione associata all’apertura e chiusura della bocca – l’articolazione temporo mandibolare – (con rumori, danneggiamento delle superfici articolari, dolore, infiammazione, eccetera); e produrre eccessiva acidità di stomaco (come riflesso neuronale derivante dalla masticazione) che si può trasformare in gastriti, ulcere, ecc. Ci sono altre opzioni per aumentare la secrezione salivare, senza questi effetti dannosi, e chiaramente, molte altre soluzioni per curare l’alito cattivo. Recentemente sono state immesse sul mercato alcune gomme che contengono antimicrobici e/o probiotici. Anche se è stato dimostrato un certo grado di efficacia, il loro effetto è limitato a un breve termine (e si tratta di agenti terapeutici che causano benefici solo quando la causa dell’alito cattivo è intra-orale).

“Le gomme non sono una terapia consigliabile per la cura dell’alito cattivo o per i problemi di bocca secca”.

Sui collutori, credo di aver già chiarito la mia opinione. Un buon collutorio non contiene alcol (quindi, non si dovrebbe sentire nessun tipo di “bruciore” quando lo si utilizza), contiene antimicrobici con efficacia comprovata come per esempio il cloruro di cetilpiridinio, clorexidina digluconato o sostanze che captano i cattivi odori come il lattato di zinco o il cloruro di sodio. Questi collutori, quando la causa dell’alito cattivo è in bocca (batteri orali) hanno la loro validità e sono molto utili. Il problema è che una parte abbastanza grande dei collutori disponibili in commercio non contiene nessuno di questi composti che hanno un fondamento scientifico. Per tutte le restanti cause (non collegate a batteri orali), i collutori non sono agenti terapeutici efficaci (per questo, la quasi totalità dei produttori di collutori con antimicrobici inserisce la menta nei propri prodotti, per cercare di mascherare la loro inefficacia quando l’origine dell’alitosi non risiede nei batteri della bocca).

Quindi, se una persona utilizza un collutorio scientificamente testato due volte al giorno e continua ad avere l’alito cattivo, la causa non è batterica orale, ma è di altro tipo (e non è realistico fidarsi delle sostanze di maschera che la maggioranza dei collutori contiene per puro marketing, come la menta, perché il loro effetto dura, di solito, al massimo 15 minuti). Le alitosi (al plurale) hanno bisogno di essere trattate nella loro causa e in modo energico (non mascherando con gomme di menta o cannella, collutori mentolati e altri prodotti). Gli effetti benefici di alcuni alimenti con odore gradevole (prezzemolo, ecc.) o certe capsule che offrono alcune marche non sempre fanno effetto su tutte le persone e, quando fanno effetto, raramente dura più di un’ora.

Domanda precedente
 
Domanda successiva

Conosci il tuo alito.

Sapevi che potresti soffrire di alito cattivo senza saperlo? Molte persone soffrono abitualmente di alitosi o alito cattivo, indipendentemente da genere, età e clase sociale. Inoltre, l’alitosi può provocare effetti sull’autostima, arrivando a convertirsi in un fattore di discriminazione ed esclusione sociale.

Per chiarire ogni dubio, ti invitiamo a realizzare il nostro questionario online, e scopri inmediatamente il risultato.